SVIMEZ  - Ivana VERONESE
Veronese: per evitare la crescita del divario maggiori interventi a sostegno della crescita
svimez_large.jpg
01/08/2018  | Occupazione.  

 

 

Emerge dall´anticipazione del rapporto SVIMEZ come per evitare il forte rischio di allargare ulteriormente la forbice del divario tra Mezzogiorno e il resto del Paese, sia necessario garantire, per il Sud, maggiore intensità degli interventia sostegno della crescita. 

 

Per il Mezzogiorno non servono politiche speciali, servono politiche valide per tutto il Paese ma che per il Sud prevedano una maggiore intensità di aiuti e risorse.

 

Sarebbe opportuno che lo sviluppo del Mezzogiorno non rimanga un tema da affrontare, come ogni anno “sotto l’ombrellone”, ma sarebbe ora che tutta la politica passasse una volta per sempre dalle parole ai fatti concreti, in quanto la crescita economica del Mezzogiorno è la crescita dell’intero Paese.

 

Nel Sud occorre ricreare quel clima di fiducia e speranza per i tanti giovani e un territorio “accogliente” per le imprese e cittadini partendo da: investimenti per le infrastrutture materiali ed immateriali; da una fiscalità di vantaggio che colmi il GAP produttivo tra le varie aree del Paese; una pubblica amministrazione efficiente; legalità e, soprattutto, lavoro.

 

Così come serve accelerare la performance dei fondi comunitari europei, dato che il nostro Paese è il fanalino di coda in Europa per la spesa di tali risorse.

 

Ma se l'emergenza sociale nel Mezzogiorno è il rischio "povertà" e se questa deriva principalmente dalla mancanza di reddito da lavoro, si deve dare  continuità rendendo strutturale l’attuale sistema di incentivi alle assunzioni di giovani e meno giovani nel Sud.

 

 

Roma 1 Agosto 2018

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!