CONTRATTAZIONE  - Carmelo Barbagallo
Barbagallo: Programmati incontri con Confindustria per attuare il patto della fabbrica
Rinnovare subito i contratti scaduti
BarbagalloGoverno20190729.jpg
29/07/2019  | Sindacato.  

 

 

Entro la fine dell’anno il Patto della fabbrica dovrà essere operativo. È questo l’impegno che si sono assunte oggi Cgil, Cisl, Uil e Confindustria nel corso di un incontro svoltosi presso la sede dell’Associazione imprenditoriale. Già definito il calendario dei prossimi appuntamenti, programmati per il prossimo autunno. Le parti si rivedranno il 14 ottobre, il 5 e il 26 novembre e il 17 dicembre per dare continuità’ al percorso di attuazione di tutti i punti del Patto della fabbrica. Cinque i capitoli che saranno oggetto di approfondimento: welfare, mercato del lavoro e politiche attive, partecipazione, formazione e Mezzogiorno.

 

Il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha anche ricordato che le parti hanno ribadito la loro comune posizione in merito a salario minimo e taglio del cuneo fiscale: “È da tempo che conveniamo su questi punti - ha detto il leader della Uil - perché ridare potere d’acquisto ai lavoratori dipendenti e ai pensionati è importante anche per salvare e rilanciare produzione e occupazione di quelle aziende che lavorano per il mercato interno”.

 

Barbagallo, poi, ha anche accennato agli impegni che vedono coinvolti i sindacati nei prossimi giorni: “L’1 agosto andremo all’Inps pronti a firmare la convenzione sulla rappresentanza e rappresentatività; il 5 ci incontreremo con il Governo a Palazzo Chigi per l’ultimo dei tre incontri già programmati; se, poi, successivamente dovessimo essere convocati anche dal vice premier, andremo a questa riunione”. Il Segretario della Uil, infine, ha concluso sottolineando l’urgenza di rinnovare i contratti collettivi nazionali di lavoro, scaduti ormai da molti anni, che riguardano i lavoratori della sanità privata, dei multiservizi e della vigilanza. 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!