AUDIZIONE CAMERA DEI DEPUTATI  - Guglielmo Loy
Disposizioni integrative e correttive del Jobs Act
Camera-dei-Deputati_big23456789b.jpg
11/07/2016  | Sindacato.  

 

 

Nell’ambito della delega prevista dalla Legge 183/2014 che prevede l’adozione di disposizioni integrative o correttive dei Decreti legislativi che compongono il c.d. Jobs Act, il Governo ha presentato uno schema di decreto legislativo che interviene su 5 dei 7 decreti che sono stati emessi in applicazione della stessa legge 183/2014.

 

 

In questo quadro appare del tutto opportuno il richiamo fatto dal relatore, on. Arlotti, al sistema di monitoraggio permanente, cui rimanda la stessa Legge 183/2014, che potrebbe fornire dati oggettivi sugli effetti delle riforme realizzate sulla base dei quali orientare le scelte del legislatore delegato, mettendo allo stesso tempo le parti sociali nelle condizioni esercitare al meglio il proprio ruolo di critica e proposta sulle tante materie che incidono profondamente sulla vita di milioni di lavoratori.

 

Lo schema di decreto in esame è infatti un documento molto stringato e, malgrado il suo campo di intervento sia riferito ai D.lgs. n° 81, n° 148, n° 149, n° 150 e n° 151, tocca solo fugacemente alcuni tra gli istituti più importanti della riforma del mercato del lavoro introdotta con il Jobs Act.

 

Per questa ragione, oltre ad entrare nel merito alle proposte di modifica contenute nei 7 articoli che compongono lo schema di decreto, volgiamo, in questa sede, riportare alcune primissime considerazioni anche su altri aspetti dei decreti legislativi in esame.

 

 

>>>> NEL LINK SOTTOSTANTE    L'audizione completa

 

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!