Carmelo Barbagallo: comunicato Stampa del 16/12/2016
Jobs Act: Barbagallo, per noi si cambia con contrattazione. Leader Uil: meglio evitare a Paese altro referendum lacerante
Jobs Act: Barbagallo, per noi si cambia con contrattazione.  Leader Uil: meglio evitare a Paese altro referendum lacerante
16/12/2016  | Contrattazione.  

 

 

 

(ANSA) - TORINO, 16 DIC - «Bisogna provare a modificare il Jobs Act con i contratti, per noi la strada e' la contrattazione». A dirlo, a margine del consiglio federale della Uil Piemonte, e' il leader del sindacato Carmelo Barbagallo, scettico invece sulla strada referendaria. "Se riusciamo e evitare un'ulteriore lacerante referendum nel nostro Paese e' meglio, poi siamo disponibili a fare la nostra parte", dice Barbagallo riferendosi a un possibile tavolo con il Governo.

 

"Quando il Governo chiama, su qualsiasi cosa - precisa - siamo sempre pronti a sederci, non daro' mai un alibi a nessun governo di dire che ci hanno chiamati e non gli abbiamo parlato". Sulla possibilita' di riuscire a modificare il Jobs Act prima del referendum, Barbagallo sottolinea che "e' complicato ma un sindacato deve sapersi battere per le cose in cui crede.

 

Abbiamo una discussione aperta con Confindustria - ricorda - e se vogliono discutere ed evitare un altro lacerante referendum noi siamo disponibili a fare la nostra parte".

 

Il segretario della Uil ricorda poi che "nonostante avessimo fatto uno sciopero generale abbiamo pensato subito di dire al Governo che per noi la strada referendaria non e' quella adeguata per risolvere questi problemi. Noi - ribadisce - siamo per la contrattazione, la partecipazione, per evitare che i diritti del mondo del lavoro vengano utilizzati per lotte politiche. Infine - conclude - vorrei ricordare come sono andati i passati referendum sul lavoro quando non e' stato raggiunto il quorum".

(ANSA).

27/02/2017: Edizione WEB.G Giornale

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!