Domenico PROIETTI: comunicato Stampa del 18/07/2017
Accesso alla pensione - Analisi UIL. Proietti: sterilizzare prossimo adeguamento all’aspettativa di vita previsto per il 2019
Accesso alla pensione - Analisi UIL. Proietti: sterilizzare prossimo adeguamento all’aspettativa di vita previsto per il 2019
18/07/2017  | Previdenza.  

 

DICHIARAZIONE DI DOMENICO PROIETTI, SEGRETARIO CONFEDERALE UIL

 

Bisogna sterilizzare il prossimo adeguamento all’aspettativa di vita per l’accesso alla pensione previsto per il 2019. Questo legame con il conseguente aumento dell’età di pensionamento, introdotto dal ministro Sacconi, aveva un senso nel 2009, ma dopo i provvedimenti Monti-Fornero, che hanno in pratica elevato l’accesso alla pensione di circa 6 anni, abolendo il sistema delle quote e accelerando bruscamente l’allineamento dell’età prevista per le donne a quelle degli uomini, è divenuto una vera e propria crudeltà per le lavoratrici e i lavoratori.

 

Il congelamento dell’adeguamento ha un preciso fondamento se confrontato con quanto avviene nel resto d’Europa. Infatti, negli stati UE l’età legale media di accesso alla pensione, nel settore privato, per gli uomini è di 64 anni e 2 mesi, mentre per le donne è di 63 anni: 2 anni e 5 mesi più bassa di quella degli uomini italiani (che vanno in pensione a 66 anni e 7 mesi) e 2 anni e 7 mesi più bassa delle donne italiana (65 anni e 7 mesi).

-Manovra: Richiesto incontro a Gentiloni e iniziative territoriali a sostengo delle rivendicazioni sindacali</p>
-Sviluppo Roma. Barbagallo: un bel progetto ma migliorare la burocrazia</p>
-Pubblico Impiego. UIL: bene i finanziamenti per avviare i rinnovi
17/10/2017: Edizione WEB.G Giornale

-Manovra: Richiesto incontro a Gentiloni e iniziative territoriali a sostengo delle rivendicazioni sindacali

-Sviluppo Roma. Barbagallo: un bel progetto ma migliorare la burocrazia

-Pubblico Impiego. UIL: bene i finanziamenti per avviare i rinnovi

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!