Domenico PROIETTI: comunicato Stampa del 31/07/2017
Pensioni. Proietti: la decontribuzione va bene, ma per tutti i lavoratori e senza danni per le pensioni future
Pensioni. Proietti: la decontribuzione va bene, ma per tutti i lavoratori e senza danni per le pensioni future
31/07/2017  | Previdenza.  

 

La decontribuzione ipotizzata per favorire ed incentivare nuove assunzioni di giovani può andare bene solo se non comporta danni per il futuro previdenziale dei lavoratori.

 

La contribuzione previdenziale, infatti, non è un’imposta, ma serve a costruire il montante pensionistico.

 

Pertanto, una riduzione delle quote contributive versate, non sostenute da contribuzione figurativa a carico dello stato, si tradurrebbe in un danno per i lavoratori.

 

La Uil, quindi, chiede al Governo di esplicitare chiaramente che la riduzione dei contributi previdenziali sarà pienamente fiscalizzata in modo da non produrre futuri effetti negativi sugli assegni pensionistici e sull’equilibrio delle gestioni previdenziali.

 

La Uil chiede anche che accanto alla decontribuzione mirata per i giovani ce ne sia una di carattere generale a vantaggio dei lavoratori e non delle sole imprese, anche per aumentare il reddito disponibile sostenendo così i consumi e la domanda interna.

 

Roma, 31 luglio 2017

Le conclusioni del Segretario Generale UIL Carmelo Barbagallo durante l´iniziativa della Uil Toscana «Quaderni del Lavoro», Seravezza 28 luglio 2017.
03/08/2017: Quaderni del Lavoro

Le conclusioni del Segretario Generale UIL Carmelo Barbagallo durante l´iniziativa della Uil Toscana «Quaderni del Lavoro», Seravezza 28 luglio 2017.

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!