Domenico PROIETTI: comunicato Stampa del 03/08/2017
Proietti: rendere equa la norma con una decontribuzione sull'aliquota a carico del lavoratore La simulazione del Servizio Politiche Previdenziali UIL
Proietti: rendere equa la norma con una decontribuzione sull'aliquota a carico del lavoratore La simulazione del Servizio Politiche Previdenziali UIL
03/08/2017  | Previdenza.  

 

La decontribuzione che il Governo intende introdurre con la prossima Legge di bilancio, in riferimento all’assunzione stabile di giovani, può essere uno strumento utile, a condizione che sia interamente fiscalizzata per evitare danni sul futuro pensionistico dei lavoratori.

 

La presente simulazione della Uil dimostra che una mancata fiscalizzazione comporterebbe una riduzione permanente del 3% del trattamento pensionistico. Un lavoratore con un reddito attuale di 20.660 euro lordi annui vedrebbe, infatti, la propria pensione mensile scendere da 2.216 euro a 2.157 euro con una perdita di 59 euro.

 

Per rendere più equa la norma, la Uil propone che la decontribuzione riguardi anche l’aliquota a carico del lavoratore che vedrebbe così aumentare il proprio reddito disponibile. Sempre nel caso del reddito medio, 20.660 euro lordi annui, una riduzione del 50% del contributo comporterebbe un aumento in busta paga di 74 euro lordi mensili, questo sarebbe un modo concreto per rilanciare i consumi e la domanda interna sostenendo, così, la ripresa economica.

 

Roma, 03 agosto 2017

 

>> Nel link sottostante lo Studio UIL

Le conclusioni del Segretario Generale UIL Carmelo Barbagallo durante l´iniziativa della Uil Toscana «Quaderni del Lavoro», Seravezza 28 luglio 2017.
03/08/2017: Quaderni del Lavoro

Le conclusioni del Segretario Generale UIL Carmelo Barbagallo durante l´iniziativa della Uil Toscana «Quaderni del Lavoro», Seravezza 28 luglio 2017.

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!